TARTARUGA PER PRINCIPIANTI

Questo tutorial consiste in una tartarughina a ciondolo, essendo la prima che faccio non sarà molto bella ma proviamo a vedere cosa esce.

Occorrente:

-fimo verde e nero

-stuzzicadenti

-strumento a base piatta

-ombretti o polveri di gesso

-pernetto per collane

Alternativa ai colori:

-fimo bianco

-tempere acriliche

Io utilizzerò il fimo colorato. Iniziamo creando 4 palline, la più grande sarà per il guscio, la media per la testa e le due piccole per le zampine.

(ho schiarito leggermente il verde con del fimo bianco)

Prendete la pallina grande e create la forma di una goccia appiattendola un po’.

(non appiattite eccessivamente il guscio deve essere un po’ panciuto da un lato)

Prendete la pallina media e formate una sorta di cono con base arrotondata.

Appiattite leggermente la parte arrotondata, oppure lasciatela tonda per un testolone più pacioccoso.

Appiattite la parte appuntita ma non troppo calcolate almeno 3 mm di spessore.

Girate il guscio sulla parte piatta e poggiate la parte del secondo pezzo appuntita e piatta sul guscio, e fissatela con lo strumento appiattito, si può usare anche la parte Curva di un uncinetto se non possedete altro.

Il risultato sarà qualcosa del genere. Procediamo prendendo la prima pallina piccola.

Arrotolate la pallina piccola rendendola Leggermente cilindrica.

Dividete il cilindrino in due parti uguali.

Con queste due parti create due triangolini a base leggermente curva all’interno il più uguali possibili e appiattiteli un po’.

Poggiateli sempre nella parte piatta del guscio, in modo più parallelo e preciso possibile.

Tirate anche qui l’attaccatura delle zampine sul guscio come nell’immagine.

Tagliate l’altra pallina piccola e create due palline uguali.

Appiattite un lato delle due palline senza creare troppo dislivello, non devono avere un effetto scalino.

Posizionate sotto le zampe più grandi, state leggermente più in alto di come ho fatto io.

Tirate anche queste ultime sul guscio e girate la vostra tartaruga.

Si è appiattita la parte sopra del guscio come nel mio caso lavorando il sotto? Niente paura.

Prendete un altro pezzettino di fimo arrotondandolo e appiattendone la base ma non il centro, come nella fotografia, e poggiatelo sul guscio.

Tirandolo su tutto il guscio avrete questo effetto panciuto. Non preoccupatevi se é un po’ bruttina, é la prima volta per tutti!

Prendete lo stuzzicadenti e fate due punti esattamente nella posizione dell ‘immagine.

Iniziate a disegnare un lato di un cuoricino unendo i due punti su un lato con lo stuzzicadenti, tenendolo leggermente inclinato per non creare grumi.

Terminate il vostro cuore, col senno di poi io lo farei leggermente più piccino del mio.

Create anche una linea sul guscio appena sopra le zampine per tutta la circonferenza del guscio.

Create poi dei raggi paralleli intorno al cuoricino. Sempre tenendo inclinato lo stuzzicadenti mi raccomando.

Fate con lo stecchino due buchini ai lati della testolina molto semplici a seconda della grandezza che avranno i vostri occhietti.

Io li farò minuscoli, in questo caso fate due palline piccole piccole col nero, munitevi dello stecchino per posizionarle nelle fessure.

Una volta posizionati schiacciate leggermente nelle fessure i due occhietti, e andate a fare altri due buchini per le narici.

Se volete fare la collana infilate delicatamente il pernetto appena sotto alle narici e spingetelo all’ interno del collo facendo molta attenzione a non deformare la testa, quindi tenetela fissa molto dolcemente e spingete lentamente il pernetto, se non è una collana saltate questo passaggio.

Se avete il fimo colorato, come piace a voi, andate a creare delle palline irregolari e piccolissime.

Posizionate le palline schiacciando su zampine e testa, io ci ho fatto anche un cuoricino al centro perché mi piaceva.

Ora munitevi di ombretti, per occhi o polveri di gesso colorate, non fate caso ai miei sono appena stati distrutti dal gatto quindi prima li uso meno ne spreco. Scelgo sempre colori terra quando faccio oggetti verdi.

Prendete una terra scura con un pennellino molto fine possibilmente rigido, e seguite solamente i contorni del guscio.

Con un colore sempre terra ma chiaro andate a riempire gli spazi del guscio sfumando per bene, poi prendete o un bianco o un argento e sfrumatelo su testa e zampine.

Il risultato finale sarà un effetto lucido e colorato, ed ecco nata una mini tartarughina base. La mia non è il massimo ma considerando che mentre la faccio scrivo questo tutorial scattando le fotografie, sono sicura che le vostre con un po’ meno fretta e più concentrazione usciranno senz’altro più carine e dettagliate!

Come vedete é tutto molto semplice, buon lavoro!

Faye❤️