Oggi parleremo dei grigi. Essendo presenti molte tipologie di questa razza il sapere che ho io deriva puramente dalle mie esperienze, come per i siriani mi limiterò a parlare di ciò che ho capito di loro, senza l’influenza di ciò che si legge in giro. Perché se c’é una cosa certa su questa razza, é il fatto che è stata demonizzata negli anni in ogni modo possibile.

La mia primissima esperienza come sanno in molti é stata proprio con uno di loro, e persi i sensi appena lo vidi in faccia, quindi non ricordo tutt’ora cosa accadde. Negli anni poi ho imparato a conoscerli un po’, nonostante il mio senso di terrore a primo impatto ogni volta che mi visitano. I grigi bassi sono dell’altezza di un metro e venti fino a un massimo di un metro e cinquanta, e sono molto esili. Il loro cranio come si può osservare dalle immagini é molto grosso e risalta ancora di più dal fatto che hanno degli enormi occhi a mandorla completamente neri. La loro pelle è fredda e dura al tatto e del colore proprio di un grigio particolare, non un grigio pennarello o tempera, un grigio con sfumature vive. Difficile spiegare, la fotografia sotto può rendervi un idea. La loro bocca si riduce a una fessura e non comunicano quasi mai vocalmente, ma come i siriani e come ogni razza avanzata praticano la telepatia. Ma se irritati emettono dei suoni molto fastidiosi. Sono senza ombra di dubbio la razza più conosciuta, la razza che è stata descritta in film, libri, disegni e raffigurazioni di moltissimi addotti nel mondo.

Gli ufologi purtroppo hanno quindi finito per inculcare le teorie più disparate sui loro scopi, tra cui il furto dell’anima di cui sarebbero privi, il furto di energie umane, e chissà quali torture fisiche. Questo mito va un po’ preso con ironia, poiché qualunque addotto propenso a comunicare con loro può benissimo arrivare a comprendere i loro scopi e la loro metodologia. Ciò che fanno questi esseri é sperimentazione e prelievo di DNA e tessuti dell’addotto. Ciò che fanno é creare, altre razze con varie capacità fisiche e intellettuali. Certamente si può non condividere la loro metodologia, che è molto particolare a seconda della reazione dell’addotto. Possono essere pacifici e accompagnare l’addotto se questo non si fa prendere dalla rabbia, ma visto che di Norma alla vista di un grigio l’umano si spaventa e tende a ribellarsi, scalciare, morderli, tirare pugni a vuoto, e urlare, preferiscono immobilizzarlo durante il prelievo.

Quando si viene addotti da bambini le cose funzionano diversamente, la mentalità di un bambino é più aperta e per cui riesce loro facile persuaderlo ad andare con loro, e il bambino tende a considerarli quasi ‘amichetti’. Quello che fanno i grigi per creare nuovi esseri potrebbe essere considerato giusto o sbagliato, a seconda di quanto ci si immedesima e si comunica con loro. Ci si può sentire violati nell’intimo durante i primi anni e arrivare ad odiarli, o si può cercare di capire. Con i loro occhi molto ipnotici possono esercitare una sorta di sensazione particolare nell’addotto, che viene persuaso da molte emozioni contrastanti. Il lato negativo è che in ciò che fanno, non usano nessun tipo di anestesia perché potrebbe causare problemi, dunque l’addotto sente fisicamente ogni prelievo che viene svolto sul suo corpo, ed ahimè, non è cosa facile abituarsi al dolore, alle piccole cicatrici, e alle stranezze del risveglio. Personalmente mi è capitato di trovarmi nel letto la mattina dopo nuda in pieno inverno con – 7 gradi. Non hanno modi violenti però, cercano sempre di rassicurare l’addotto come possono e di spiegargli lo scopo di tutto ciò, e anche se non sono molto loquaci hanno una sintonia l’uno con l’altro che l’essere umano non ha, e lavorano perfettamente coordinati tra di loro.

Non tutti gli addotti vengono presi per creare ibridi, ma quando si viene presi con gli anni si può apprendere molto da loro, hanno un lato spirituale molto particolare. Sicuramente non va di pari passo con la loro tecnologia avanzatissima ma sanno cosa significhi la parola sacrificio e molti di loro viaggiando fino alla terra per sperimentare abbandonano i propri pianeti per lunghi periodi di tempo. I grigi sanno molte cose riguardo al futuro che spetta all’essere umano, e si preparano continuamente. Sanno benissimo che il nostro pianeta è in pericolo e a differenza della razza siriana, non provano molta comprensione per le azioni umane, come noi non proviamo comprensione per le loro. Siamo molto simili da questo punto di vista, probabilmente anche per questo ora non ci può essere una alleanza tra umani e grigi, anche se loro in passato erano un po’ più disposti e speranzosi.

Come spiegato nella sezione ‘ibridazione’ e nelle testimonianze di molte addotte c’é la possibilità di creare un legame con i piccoli ibridi, che allevano loro, sperando che in un futuro questi esseri possano creare un ponte tra noi e loro e salvare il salvabile, e magari arrivare ad una cooperazione reciproca. Purtroppo l’umano ora ha altri interessi a cui pensare, ad esempio distruggere il proprio pianeta e odiarli incolpare loro, dio o i rettiliani. Quindi non si sa se infine, avverrà una conoscenza tra noi e loro. Una cosa é certa… Se distruggeremo noi stessi e questo pianeta, loro avranno salvato una piccola parte dell’essere umano, che allevato con i loro metodi, sarà sicuramente un po’ migliore e rispettoso del proprio habitat di come noi siamo ora.